cinzia_conte

C’è una frase che qualche tempo fa mi ha particolarmente colpito proponendomi una riflessione sulla nostra vera natura di essere umani:

“Se vogliamo cambiare il mondo, iniziamo a cambiare noi stessi” (Dalai Lama)

E mi sono chiesta: come è possibile?

Partendo dalla mia esperienza di vita, dove una serie di congetture tra lavoro e salute mi hanno portato a fermarmi, “pensare” e ricominciare mi sono affacciatami alla soglia di alcune semplici e grandi verità.

Ho compreso che l’uomo non è soltanto un insieme materiale di organi, apparati e fluidi racchiusi in un involucro. L’uomo in realtà è un tutt’uno di corpo, coscienza e spirito.

Ho compreso che l’Uomo funziona allo stesso modo dell’Universo, il Microcosmo come il Macrocosmo.

Ho compreso che IO sono parte del TUTTO e che il TUTTO è parte di ME.

Questa Verità me l’ha fatta conoscere durante una conferenza sull’Ayurveda Swami Suryananda Sarasvati Amadio Bianchi quello che sarebbe diventato poi il mio Maestro nella scuola “Le Mani” di Filippo De Franceschi.

Quindi per mio piacere e desiderio di conoscenza da diversi anni ho abbracciato una delle più antiche scienze mediche mai nate sulla nostra Terra, l’Ayurveda.

Yoga e Ayurveda formano una base di conoscenze a disposizione dell’umanità da circa 5000 anni, utile al raggiungimento del fine ultimo dell’uomo, ossia il proprio “benessere” nella sua totalità, il benessere fisico psichico e spirituale.

Ho integrato poi le mie conoscenze con il Reiki e diverse altre tecniche energetiche e di riequilibrio, oltre all’uso delle campane tibetane nel massaggio vibrazionale e la cristalloterapia.

Ho avuto il grande onore e piacere di organizzare e accompagnare nel gennaio 2014 il Maestro Amadio Bianchi in India a Bangalore, nel Karnataka con altri 15 suoi allievi per un corso di approfondimento sull’Ayurveda e sulle sue meravigliose tecniche di riequilibrio con diversi medici indiani.

Da qualche tempo, seguita anche da un’insegnante della mia scuola di Ayurveda la Dott.ssa Teresa De Monte medico pediatra e medico ayurvedico, pratico trattamenti riequilibranti e mi occupo della diffusione e dell’insegnamento delle pratiche ayurvediche attenendomi quanto più possibile alle direttive dei vari progetti di legge per quanto riguarda l’iter formativo in SIAF.

Recentemente ho conseguito con tanto piacere anche la certificazione di Leader di Yoga della Risata, pratica meravigliosa e salutare che induce le persone a stimolare il proprio sistema di auto-guarigione.

La finalità del mio lavoro è quella di aiutare le persone sane a mantenere la salute, nessuna delle mie attività vuole porsi come una terapia, né tanto meno come una religione.

Quindi mi rivolgo a persone in grado di assumersi la piena responsabilità di se stesse, che desiderano trovare o ritrovare armonia e benessere psico-fisico per se stessi e per i propri cari con attività dirette alla prevenzione e alla salvaguardia della salute, e che desiderano anche contribuire alla guarigione del Pianeta e di tutti gli Esseri che lo abitano.

Il termine guarigione, ove utilizzato, si intende nel senso di una relazione sempre più armoniosa con noi stessi, con gli altri e con il mondo.

Non effettuo personalmente alcuna diagnosi su patologie ma invito le persone a rivolgersi al medico, né svolgo alcuna attività di tipo sanitario ma dopo una valutazione ayurvedica educo le persone a stili di vita salubri e ad abitudini alimentari sane.

Le principali attività da me svolte sono trattamenti riequilibranti e di benessere, valutazioni ayurvediche, corsi e workshop, eventi di Yoga della Risata e serate divulgative sul benessere olistico.